IPB

Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )

6 Pagine V  « < 4 5 6  
Reply to this topicStart new topic
> DIO è MORTO?
Sgubonius
messagio Jul 8 2008, 02:52 PM
Messaggio #101


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 754
Iscritto il: 15-May 08
Utente Nr.: 2,728



Un po' schopenaueriano... però certo una cosa è verissima: il deserto del leone è una nausea troppo grande da sopportare. Eppure forse c'è di più?

<<Giacché era una visione e una previsione: – "che cosa" vidi allora per similitudine?
E "chi" è colui che un giorno non potrà non venire?
"Chi" è il pastore, cui il serpente strisciò in tal modo entro le fauci? "Chi" è l’uomo, cui
le più grevi e le più nere tra le cose strisceranno nelle fauci? – Il pastore, poi, morse così
come gli consigliava il mio grido; e morse bene! Lontano da sé sputò la testa del serpente:
e balzò in piedi Non più pastore, non più uomo, – un trasformato, un circonfuso di luce, che
"rideva"! Mai prima al mondo aveva riso un uomo, come "lui" rise!
Oh, fratelli, udii un riso che non era di uomo, – e ora mi consuma una sete, un desiderio
nostalgico, che mai si placa.

La nostalgia di questo riso mi consuma: come sopporto di vivere ancora!
Come sopporterei di morire ora!>>


Nihilo dici che forse c'è un movimento nichilistico attivo in atto? Io non riesco proprio a vederlo!
Il nichilista attivo non si curerebbe certo di influenzare le volontà degli altri. Che importerebbe?


--------------------
"Innocenza è il fanciullo e oblio, un nuovo inizio, un giuoco, una ruota ruotante da sola, un primo moto, un sacro dire di sì"
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Arsenio
messagio Jul 9 2008, 12:00 PM
Messaggio #102


Member
**

Gruppo: Members
Messaggi: 16
Iscritto il: 21-December 07
Utente Nr.: 807



L'Eusebio nazionale sintetizzava così, con geniale rettitudine, traducendo pari pari Nietzsche:

Codesto solo oggi possiamo dirti:
ciò che non siamo, ciò che non vogliamo.
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Sgubonius
messagio Jul 9 2008, 02:49 PM
Messaggio #103


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 754
Iscritto il: 15-May 08
Utente Nr.: 2,728



CITAZIONE(Arsenio @ Jul 9 2008, 01:00 PM) *
L'Eusebio nazionale sintetizzava così, con geniale rettitudine, traducendo pari pari Nietzsche:

Codesto solo oggi possiamo dirti:
ciò che non siamo, ciò che non vogliamo.


Non chiederci la parola!


--------------------
"Innocenza è il fanciullo e oblio, un nuovo inizio, un giuoco, una ruota ruotante da sola, un primo moto, un sacro dire di sì"
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Alexc
messagio Jul 9 2008, 09:23 PM
Messaggio #104


Newbie
*

Gruppo: Members
Messaggi: 3
Iscritto il: 7-July 08
Utente Nr.: 3,451



CITAZIONE(Sgubonius @ Jul 7 2008, 04:12 PM) *
non vedo chi possa essere garante di tale verità se non dio stesso.
Il superuomo è oggi come sempre l'unica risposta insieme alla nolontà a questa anti-dialettica e anti-metafisica incondizionata.
O il superuomo è già stato e sempre sarà oppure non sarà mai.

Allora amettiamo il fatto che il superuomo sia già in quanto se siamo d'accordo che dio è morto, l'uomo deve essere un uomo nuovo, un oltreuomo e non altrimenti. Tuttavia non sono d'accordo sulla prima affermazione. Morto dio garante della verità rimane l'essere in quanto tale, non è scontato che la verità possa essere rappresentata solo da un dio anzi un dio non è affatto necessario. Ci sono verità che non richedono un dio, altre che lo necessitano.
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Sgubonius
messagio Jul 9 2008, 10:34 PM
Messaggio #105


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 754
Iscritto il: 15-May 08
Utente Nr.: 2,728



CITAZIONE(Alexc @ Jul 9 2008, 10:23 PM) *
[indent]
Allora amettiamo il fatto che il superuomo sia già in quanto se siamo d'accordo che dio è morto, l'uomo deve essere un uomo nuovo, un oltreuomo e non altrimenti. Tuttavia non sono d'accordo sulla prima affermazione. Morto dio garante della verità rimane l'essere in quanto tale, non è scontato che la verità possa essere rappresentata solo da un dio anzi un dio non è affatto necessario. Ci sono verità che non richedono un dio, altre che lo necessitano.


Quello che ho messo in grassetto (che è un po' il celeberrimo noumeno)
è proprio l'essenza della metafisica e della filosofia di Dio. Puoi eliminare
la personalizzazione di Dio o il suo essere legislatore ma fintanto che non
sei davvero spirito libero il superuomo è ancora un miraggio.
Credo che non si debba parlare di "in quanto tale" di "verità" fondata e fondante
se si vuole rimanere nell'ambito diciamo dionisiaco dell'affondamento nella vita.


--------------------
"Innocenza è il fanciullo e oblio, un nuovo inizio, un giuoco, una ruota ruotante da sola, un primo moto, un sacro dire di sì"
Go to the top of the page
 
+Quote Post
NIHILO
messagio Jul 10 2008, 07:56 AM
Messaggio #106


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 533
Iscritto il: 4-April 07
Utente Nr.: 34



CITAZIONE(Alexc @ Jul 9 2008, 08:23 PM) *
Allora amettiamo il fatto che il superuomo sia già in quanto se siamo d'accordo che dio è morto, l'uomo deve essere un uomo nuovo, un oltreuomo e non altrimenti. Tuttavia non sono d'accordo sulla prima affermazione. Morto dio garante della verità rimane l'essere in quanto tale, non è scontato che la verità possa essere rappresentata solo da un dio anzi un dio non è affatto necessario. Ci sono verità che non richedono un dio, altre che lo necessitano.

La conseguenza immediata della morte di Dio è il nichilismo, il superuomo
- ma non dimentichiamo mai cosa significa in tedesco la preposizione ueber -
deve essere raggiunto attraverso un cammino molto periglioso - leone, cammello,
fanciullo -.


--------------------
DIE EWIGE SANDUHR DES DASEINS WIRD IMMER WIEDER UMGEDREHT
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Sgubonius
messagio Jul 10 2008, 02:09 PM
Messaggio #107


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 754
Iscritto il: 15-May 08
Utente Nr.: 2,728



Ma dire che siamo già al leone mi pare avventato (in verità mi pare avventato e molto hegeliano pensare che ci sia un processo storico verso il superuomo). Qualcuno lo è qualcuno magari è bambino, molti sono cammelli... come sempre è stato e sarà.


--------------------
"Innocenza è il fanciullo e oblio, un nuovo inizio, un giuoco, una ruota ruotante da sola, un primo moto, un sacro dire di sì"
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Alexc
messagio Jul 10 2008, 03:12 PM
Messaggio #108


Newbie
*

Gruppo: Members
Messaggi: 3
Iscritto il: 7-July 08
Utente Nr.: 3,451



Credo che non si debba parlare di "in quanto tale" di "verità" fondata e fondante
se si vuole rimanere nell'ambito diciamo dionisiaco dell'affondamento nella vita.
[/quote]

Certo in ambito dionisiaco, ma il dionisiaco risolve le questioni morali prima di tutto. Ma sia la morale che la libertà (spirito libero) possono essere intese come categorie metafisiche (siamo così sicuri che la metafisica sia morta?). Quello che intendo dire è che dal punto di vista morale possiamo intendere il superuomo come una soluzione, ma non dal punto di vista teorico e ontologico. Non c'è una vera e propria confutazione di dio a meno che si prenda in considerazione l'essere. Voglio dire che la filosofia Nicciana (scusate se lo scrivo così) sembra si regga un pochino sul filo del rasoio...
Go to the top of the page
 
+Quote Post
NIHILO
messagio Jul 10 2008, 03:32 PM
Messaggio #109


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 533
Iscritto il: 4-April 07
Utente Nr.: 34



CITAZIONE(Sgubonius @ Jul 10 2008, 01:09 PM) *
Ma dire che siamo già al leone mi pare avventato (in verità mi pare avventato e molto hegeliano pensare che ci sia un processo storico verso il superuomo). Qualcuno lo è qualcuno magari è bambino, molti sono cammelli... come sempre è stato e sarà.

Il superuomo è molto legato alla consapevolezza dell'eterno ritorno in Nietzsche,
le tre metamorfosi sono un'allegoria del processo che conduce - o meglio, dovrebbe
condurre - a questa consapevolezza.


--------------------
DIE EWIGE SANDUHR DES DASEINS WIRD IMMER WIEDER UMGEDREHT
Go to the top of the page
 
+Quote Post
NIHILO
messagio Jul 10 2008, 03:35 PM
Messaggio #110


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 533
Iscritto il: 4-April 07
Utente Nr.: 34



CITAZIONE(Alexc @ Jul 10 2008, 02:12 PM) *
Credo che non si debba parlare di "in quanto tale" di "verità" fondata e fondante
se si vuole rimanere nell'ambito diciamo dionisiaco dell'affondamento nella vita.
Certo in ambito dionisiaco, ma il dionisiaco risolve le questioni morali prima di tutto. Ma sia la morale che la libertà (spirito libero) possono essere intese come categorie metafisiche (siamo così sicuri che la metafisica sia morta?). Quello che intendo dire è che dal punto di vista morale possiamo intendere il superuomo come una soluzione, ma non dal punto di vista teorico e ontologico. Non c'è una vera e propria confutazione di dio a meno che si prenda in considerazione l'essere. Voglio dire che la filosofia Nicciana (scusate se lo scrivo così) sembra si regga un pochino sul filo del rasoio...

N. non ha mai voluto confutare Dio, anche perchè dovrebbe valere
l'inverso, cioè provarlo, cmq a lui la questione interessava sotto altri profili
- nichilismo, trasvalutazione -.


--------------------
DIE EWIGE SANDUHR DES DASEINS WIRD IMMER WIEDER UMGEDREHT
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Sgubonius
messagio Jul 10 2008, 04:33 PM
Messaggio #111


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 754
Iscritto il: 15-May 08
Utente Nr.: 2,728



CITAZIONE(Alexc @ Jul 10 2008, 04:12 PM) *
Certo in ambito dionisiaco, ma il dionisiaco risolve le questioni morali prima di tutto. Ma sia la morale che la libertà (spirito libero) possono essere intese come categorie metafisiche (siamo così sicuri che la metafisica sia morta?). Quello che intendo dire è che dal punto di vista morale possiamo intendere il superuomo come una soluzione, ma non dal punto di vista teorico e ontologico. Non c'è una vera e propria confutazione di dio a meno che si prenda in considerazione l'essere. Voglio dire che la filosofia Nicciana (scusate se lo scrivo così) sembra si regga un pochino sul filo del rasoio...


La filosofia, la vita filosofica, per Nietzsche è il filo del rasoio, Vattimo parlava di un'equilibrista sulle corde della rete (la rete è proprio la rete di connessioni apollinee). Non c'è fondamento (il coscienzioso dello spirito dice "Un palmo di fondo mi basta: purché sia veramente un solido fondo!" ma egli non conosce il gran riso, come tutti gli uomini superiori), non c'è scienza, metafisica che tenga.
La morale è tutta da decostruire (genealogia della morale), la libertà è una prigione lo hai detto tu stesso, è la necessità la vera "liberazione" (Là dove lo Stato finisce, comincia l’uomo che non è superfluo: là comincia il canto della necessità, la melodia unica e insostituibile. Là dove lo Stato "finisce" – guardate, guardate fratelli! Non vedete l’arcobaleno e i ponti del superuomo?). Quello che rimane è una sorta di etica, che rimane come gioco filosofico fondamentale, si fa filosofia per sapere cosa si deve fare, io ho sempre inteso così una filosofia oltre la metafisica. Chiaramente il punto di vista ontologico è del tutto inaccettabile, se non nel senso heideggeriano di apertura/radura, che mi pare sia appunto di stampo dionisiaco (affondamento) e quindi torni all'unica via etica. Dio diventa una scelta "sbagliata" in quanto porta al risentimento (su quest'ultima cosa io sono scettico), non c'è dimostrazione, teosofia, teologia di sorta, non si pone nemmeno la questione.

Così almeno è come la vedo io! Potrei benissimo deviare per ermeneutica dai testi!


--------------------
"Innocenza è il fanciullo e oblio, un nuovo inizio, un giuoco, una ruota ruotante da sola, un primo moto, un sacro dire di sì"
Go to the top of the page
 
+Quote Post

6 Pagine V  « < 4 5 6
Reply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

Modalità di visualizzazione: Normale · Passa a: Lineare · Passa a: Outline


Versione Lo-Fi Oggi è il: 3rd December 2021 - 04:56 PM