IPB

Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )

 
Reply to this topicStart new topic
> Superuomo e Sistema Nervoso Universale (aka Eureka!)
rasema74
messagio Dec 21 2009, 04:21 AM
Messaggio #1


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 221
Iscritto il: 28-March 07
Utente Nr.: 27



Prima pero' faccio una precisazione altrimenti non potete capire alcuni passaggi fondamentali:

Per Gurdjieff, come per l'astrologia e l'esoterismo, la Terra, come tutti gli altri pianeti e anche il Sole, sono Esseri Viventi veri e propri, con un'eta' definita, una respirazione, una propria intelligenza, pensieri, sensazioni, ecc.
Spulciando nel web ho trovato questo scritto dello psicologo tedesco Theodor Gustav Fechner (1801-1887):

<< La terra è, per forma e sostanza... una creatura, in sé e per sé, con proprietà individuali e collegata con il Tutto, che si pone di fronte ad altre simili creature. Sotto la pressione di un mondo esterno, essa dispiega le sue energie interne e sviluppa interiormente un giuoco di elementi liberi. In particolare sottostà al cambiamento, in generale rimane stabile. Quel che si dice del nostro corpo si può altrettanto dire della terra.

La terra ha così strette analogie con noi che è possibile affermare che essa possiede un'anima unitaria e autonoma, come la nostra. Naturalmente anche lo spirito della terra ha il suo campo di osservazione. Gli uomini e gli animali rendono alla terra ciò che l'occhio e l'orecchio rendono a noi: il processo della sensazione è in entrambi i casi lo stesso. La terra, grazie agli uomini e agli animali che fungono da organi dei sensi, attinge continuamente dal serbatoio comune del loro spirito, e arricchisce sempre più il proprio possesso. Ma come la terra ha, con innumerevoli uomini e animali, un campo di sensazioni assai più vasto di quello che abbiamo noi coi nostri organi sensoriali, così la terra stessa riceve da noi immensamente più di quel che noi riceviamo da essa con i nostri sensi. E, come il nostro occhio non può essere concepito senza le sue radici nel cervello, possiamo in tal guisa dire che noi uomini, malgrado la nostra individualità, siamo connessi con tutta quanta la terra. Siamo per così dire, radicati alla terra >>

Ma non disse anche Nietzsche una cosa simile?
<< E questo è il racconto del colloquio di Zarathustra col cane di fuoco.
La terra, egli disse, ha una pelle; e questa pelle ha malattie. Una di queste malattie si chiama, per esempio, “uomo”>>

L'uomo come malattia della pelle della Terra significa appunto che l'Uomo fa parte integrante del Corpo della Terra, anche se, secondo Zarathustra, o meglio il cane di fuoco, solo come malattia. Ma il punto e' che, malattia o meno, l'uomo non cammina semplicemente sulla Terra, egli ne e' parte come la parte di un organismo, come se fosse il tessuto di un organo.

Si potrebbe dire anche che la Terra, in quanto parte di un Tutto, e' un ORGANO DELL'UNIVERSO,
forse neanche di quelli assolutamente indispensabili, tipo un rene.
Nell'esoterismo vige il detto << Come in alto, cosi' in basso >>.
In poche parole vuol dire che l'uomo, il corpo umano, e' un Microcosmo che corrisponde esattamente al Macrocosmo fuori di noi, all'Universo.
Se riuscissimo a sviluppare una Condapevolezza TOTALE di noi stessi saremmo quello che Dio e' per l'Universo.
E la stessa cosa vale per i pianeti, la Luna, il Sole ecc.

Ma veniamo al dunque.
Ieri sera stavo di nuovo leggendo "Frammenti di un insegnamento sconosciuto"
di P. D. Ouspensky (non vi preoccupate, l'ho quasi finito...), quando mi imbatto, a pag. 369, in queste parole:
<< Data l'enorme distanza che la Terra dovrebbe percorrere in questo tempo, si imponeva dunque la deduzione che la Terra non puo' essere cosciente di se' come noi la conosciamo, ossia sotto forma di sfera, ma deve avere coscienza di se' stessa come di un anello, o di una lunga spirale di anelli >>.

Cosi' ho pensato: se la Terra e' un Essere Vivente che e' cosciente di se' come una lunga spirale di anelli,
l'Eterno Ritorno dell'Uguale non potrebbe essere stato un Pensiero della Terra, inavvertitamente "itercettato" da Nietzsche
all'inizio dell'Agosto 1881 a Sils Maria? Quindi un pensiero che non aveva nulla di umano, che viene trasmesso agli uomini con le conseguenze, anche catastrofiche, che noi tutti conosciamo?

Quindi l'Anello degli Anelli, l'immagine concreta dell'Eterno Ritorno, non sarebbe altro che questa "lunga spirale di anelli" che
la Terra traccia nel suo movimento intorno al Sole. Siccome il Sole, a sua volta, ruota attorno al centro della nostra galassia, la Via Lattea, la spirale si richiude infine su se stessa, formando cosi' il Grande Anello del Ritorno.
In pratica la Terra, a forza di girare per milioni di anni attorno al Sole e con esso attorno al centro della Via Lattea, a un certo punto avrebbe pensato: ma e' sempre il solito giro!

Ouspensky dice anche un'altra cosa molto interessante, e cioe' che, anche se
l'Uomo, la Terra e l'Universo sono tutti degli Esseri Viventi che si corrispondono, tuttavia I TEMPI SONO DIVERSI.
Per esempio la vita media dell'uomo, supponiamo 80 anni, corrisponde ad un "respiro" della Terra,
mentre un respiro dell'uomo, 3 secondi, corrisponde alla vita media di una sua minuscola cellula o molecola.
Quindi noi saremmo rispetto alla terra quello che le nostre cellule o molecole sono per noi,
e rispetto all'Universo qualcosa di ancora piu' piccolo, un elettrone magari, un fotone!
Questo mi porta ad una seconda considerazione, quella che riguarda il senso del Superuomo.

Ma prima ricordiamoci di cosa dice Zarathustra:
<< Vedete, io vi insegno il superuomo! Il superuomo è il senso della terra, La vostra volontà dica: sia il superuomo il senso della terra! Vi scongiuro, fratelli, rimanete fedeli alla terra e non credete a quelli che vi parlano di speranze ultraterrene! Essi sono degli avvelenatori, che lo sappiano o no.
Sono spregiatori della vita, moribondi ed essi stessi avvelenati, dei quali la terra è stanca: se ne vadano pure! >>

Ora, se la Terra non e' che un Organo dell'Universo,
il suo senso non puo' essere separato dalla particolare funzione che questo organo deve svolgere nell'Universo.
Ma, visto che non si sa quale sia questa funzione, possiamo comunque assumere che il Superuomo,
in quanto massima espressione della Vita Organica, dovra' avere anche il massimo compito,
che evidentemente (o probabilmente?) e' quello di fare da TRAMITE tra l'Assoluto e la Terra in particolare.

Il Superuomo altri non sarebbe che una parte del Sistema Nervoso Periferico dell'Universo,
un neurone o solo l'impulso nervoso che lo attraversa o una parte di questo impulso...
Il suo scopo e' quello di trasmettere informazioni sullo stato dell'organo alla Fonte (funzione sensoriale)
e da questa inviare all'organo delle direttive (funzione motoria).

Il Superuomo (l'Illuminato, il Messia) come funzione di collegamento tra diverse parti dell'Universo.
Ma, si potrebbe obiettare, un corpo cosi' grande come la Terra non avrebbe bisogno di
un numero ben maggiore di impulsi-Superuomini?
Evidentemente siamo APPENA NATI e il numero dovra' senz'altro crescere!
Diamoci da fare allora!
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Sgubonius
messagio Dec 21 2009, 06:44 PM
Messaggio #2


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 754
Iscritto il: 15-May 08
Utente Nr.: 2,728



Ma è totalmente campato in aria!! ohmy.gif

Fin da Platone si parla di anima mundi, ma non certo pensando alla terra come un "organismo". Un organismo prevede degli organi, cosa che la terra non ha. Le cellule non hanno coscienza di sé in teoria, mancano le strutture biologiche perché avvenga, e la terra egualmente non ha le connessioni sufficienti per generare un campo trascendentale (un cervello).
L'anima mundi può essere solo una qualche forma di campo fisico, campo di forze (elettromagnetico, gravitazionale, ecc...) in cui le parti fisiche del mondo comunicano. Le famose "leggi della natura" insomma. Voler portare la connessione su un piano coscienziale richiede connessioni trascendenti (non campi trascendentali) come il mondo delle idee.

La filosofia (seria) serve a localizzare questi problemi e non campare per aria dei concetti o pensieri senza senso (e quindi del tutto inutili se non dannosi sotto tutti i punti di vista).

Non è questo che pensava Nietzsche. Le sue sono metafore. La terra è la volontà di potenza, che è un principio immanente e del tutto sostanziale, non regolativo e trascendente. Il superuomo è il senso della terra, come l'uomo è una malattia di essa, perchè sono volontà di potenza rispettivamente attiva e reattiva (per farla molto breve). E' possibile che si generino delle coscienze anche in altre parti dell'universo, ma in ogni caso è del tutto indifferente se non c'è una trascendenza che le colleghi... se anche l'universo fosse un sistema nervoso, non avrebbe alcuna importanza per un'etica della volontà di potenza.

Noi siamo rispetto alla terra (vdp) delle malattie quando ci consideriamo dei "noi", ogni specie di noi, soprattutto quelli comunitari e dialettici hegeliani. Siamo condannati al prospettivismo: godiamocelo!


--------------------
"Innocenza è il fanciullo e oblio, un nuovo inizio, un giuoco, una ruota ruotante da sola, un primo moto, un sacro dire di sì"
Go to the top of the page
 
+Quote Post
rasema74
messagio Dec 22 2009, 04:36 AM
Messaggio #3


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 221
Iscritto il: 28-March 07
Utente Nr.: 27



Sapevo che non ti sarebbe piaciuto!
Pero' anche da queste "fantasie", come le chiami tu,
e' possibile tirare fuori qualcosa di nuovo e di utile per spiegarci meglio Nietzsche.
Il fatto che siamo ancora qui sul Forum dimostra che ancora c'e' qualcosa che ci sfugge,
e quindi io credo che bisogna provarle tutte, tanto non sono un professore stipendiato
e non ho problemi di sputtanamento, un bel vantaggio!
Prendilo come un tentativo di allargare il campo della discussione.
Personalmente ho sempre trovato molto piu' utile far interagire i concetti Nietzschiani con concetti di fonti non propriamente filosofiche, piuttosto che rimanere nel campo della filosofia tradizionale, dei cosiddetti professori
(Ouspensky diceva a proposito che i "professori" sono per la scienza quello che i preti sono per la religione!)

CITAZIONE(Sgubonius @ Dec 21 2009, 07:44 PM) *
Fin da Platone si parla di anima mundi, ma non certo pensando alla terra come un "organismo". Un organismo prevede degli organi, cosa che la terra non ha. Le cellule non hanno coscienza di sé in teoria, mancano le strutture biologiche perché avvenga, e la terra egualmente non ha le connessioni sufficienti per generare un campo trascendentale (un cervello).
L'anima mundi può essere solo una qualche forma di campo fisico, campo di forze (elettromagnetico, gravitazionale, ecc...) in cui le parti fisiche del mondo comunicano. Le famose "leggi della natura" insomma. Voler portare la connessione su un piano coscienziale richiede connessioni trascendenti (non campi trascendentali) come il mondo delle idee.


Gustav continua cosi', imperterrito:
<< E non le manca in realtà neanche il sistema nervoso: essa ha i cervelli e i sensi di tutti gli uomini e di tutti gli animali, poiché questi e quelli appartengono a essa... l'aria, il mare e la terra costituiscono il piedistallo dello spirito, poiché, conducendo le onde sonore, trasmettono i pensieri da uomo a uomo e fanno sì che i viventi possano osservarsi e regolarsi reciprocamente. Tutti questi sono mezzi di collegamento fra gli esseri viventi di questa terra, mezzi che fanno considerare garantita l'unità della coscienza terrestre >>
Comunque non voglio insistere, sappi solo che ci sono in giro anche queste idee...

CITAZIONE(Sgubonius @ Dec 21 2009, 07:44 PM) *
La filosofia (seria) serve a localizzare questi problemi e non campare per aria dei concetti o pensieri senza senso (e quindi del tutto inutili se non dannosi sotto tutti i punti di vista).


Mi spiace ma devi rivedere i tuoi preconcetti sull'esoterismo. Da Wiki:

<< È a partire dal secondo dopoguerra che gli storici delle religioni iniziano a prendere in esame i diversi ambiti della tradizione esoterica occidentale, fino ad allora ignorata dalla ricerca accademica. Vengono così forniti contributi scientifici di rilievo, grazie ai quali si inizia ad apprezzare l'importanza quantitativa e qualitativa del corpus esoterico occidentale. Tra i maggiori artefici di questa svolta si devono menzionare Mircea Eliade per l'alchimia e lo sciamanesimo, Gershom Scholem per la cabala ebraica, François Secret per la cabala cristiana, Frances Yates per l'ermetismo e il neoplatonismo del Rinascimento, Alexandre Koyré per la mistica e la teosofia tedesche, Charles Puech per lo gnosticismo e il manicheismo.

Tale fioritura di studi rese necessaria la creazione di una disciplina scientifica nuova, che si facesse carico di studiare l'esoterismo occidentale in quanto fenomeno storico-religioso a sé stante. L'impulso alla costituzione di tale disciplina fu dato a Parigi, all'Ecole Pratique des Hautes Etudes, da François Secret, titolare fin dal 1964 della cattedra di “Storia dell’esoterismo cristiano”. A Secret successe nel 1979 Antoine Faivre, sotto la cui direzione la cattedra mutò nome, prendendo il titolo di “Storia delle correnti esoteriche e mistiche nell’Europa moderna e contemporanea”.[2]

Nel 2002, con l’arrivo all’EPHE di Jean-Pierre Brach, il termine “mistiche” fu soppresso, e l’esoterismo divenne l’unico oggetto di studio della disciplina, i cui quadri concettuali portanti erano stati precedentemente definiti da Faivre in alcune importanti pubblicazioni. La fecondità di tale indagine scientifica è confermata dalla creazione di numerose cattedre in altri paesi, tra cui quella di Amsterdam (1999) e quella di Exeter in Inghilterra (2006) >>

Non mi sembra carino liquidare come "senza senso" il lavoro di tanti e tali studiosi e appassionati.
Prendi il post come una possibilita' di utilizzare l'idea esoterica Microcosmo-Macrocosmo nel discorso sul Superuomo.
Magari in futuro questa idea potrebbe essere utile a qualcuno, chissa'!
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Sgubonius
messagio Dec 22 2009, 04:59 PM
Messaggio #4


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 754
Iscritto il: 15-May 08
Utente Nr.: 2,728



Non mi è piaciuto molto, no!!

L'utilità non è universale, a ciascuno la sua, non nego che se uno è interessato la cosa ha senso, ero io stesso a dirti che siamo noi le macchine del senso e che il mondo in sé non ne ha.
Però per l'ambito dell'approfondimento del pensiero nietzschiano, l'esoterismo non mi sembra avere contatti. Ha senso (come ho fatto io stesso) collegarlo col platonismo, soprattutto con la versione rinascimentale, ma con Nietzsche al massimo ha senso riflettere sulla mistica (soprattutto Eckhart che era una delle sue letture e viene citato nella Gaia Scienza).

E' giusto essere aperti e cercare le connessioni concettuali creativamente, ma è anche giusto che nell'ambito della filosofia i concetti abbiano una potenza strettamente filosofica, che richiede un certo rigore interno.


--------------------
"Innocenza è il fanciullo e oblio, un nuovo inizio, un giuoco, una ruota ruotante da sola, un primo moto, un sacro dire di sì"
Go to the top of the page
 
+Quote Post
rasema74
messagio Dec 23 2009, 03:32 AM
Messaggio #5


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 221
Iscritto il: 28-March 07
Utente Nr.: 27



CITAZIONE(Sgubonius @ Dec 22 2009, 05:59 PM) *
E' giusto essere aperti e cercare le connessioni concettuali creativamente, ma è anche giusto che nell'ambito della filosofia i concetti abbiano una potenza strettamente filosofica, che richiede un certo rigore interno.


Ti dico solo che il mio professore di Filosofia Teoretica in Statale ha accettato anche tesi sui Vampiri...
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Sgubonius
messagio Dec 23 2009, 05:04 AM
Messaggio #6


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 754
Iscritto il: 15-May 08
Utente Nr.: 2,728



CITAZIONE(rasema74 @ Dec 23 2009, 03:32 AM) *
Ti dico solo che il mio professore di Filosofia Teoretica in Statale ha accettato anche tesi sui Vampiri...


Non ne dubito, dopo anni di tesi tutte uguali, "un po' di possibile sennò soffoco" direbbe Kierkegaard!


--------------------
"Innocenza è il fanciullo e oblio, un nuovo inizio, un giuoco, una ruota ruotante da sola, un primo moto, un sacro dire di sì"
Go to the top of the page
 
+Quote Post

Reply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

Modalità di visualizzazione: Normale · Passa a: Lineare · Passa a: Outline


Versione Lo-Fi Oggi è il: 16th October 2019 - 08:27 PM