IPB

Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )

2 Pagine V  < 1 2  
Reply to this topicStart new topic
> Silensio parla il Sogno!
Zagreo
messagio Mar 27 2009, 08:30 AM
Messaggio #21


Member
**

Gruppo: Members
Messaggi: 48
Iscritto il: 13-February 09
Utente Nr.: 11,490



CITAZIONE(BlackSmith @ Mar 27 2009, 12:16 AM) *
Sarai contento di sapere che Deleuze, che solo qualche volta...Sgub ha soltanto accennato, la pensa esattamente come te, e non viceversa nooo wink.gif


blink.gif oddio... mi sembrava chiaro mi riferissi a Deleuze... che mi tocca sentire...
Ascolta Blacksmith bello, il cinema è il mio studio e, soprattutto, il mio lavoro, in pratica campo di quello (la filosofia è collaterale per la mia vita).
Certo che so che Deleuze, che "Sgub ha soltanto accennato" (scusa Sgub ma con alcuni personaggi qui si cade veram nell'assurdo) "la pensa esattamente come me", ho letto 3 o 4 volte "Immagine-tempo" e "Immagine-movimento" e sono stati e saranno la base dei miei lavori sul cinema... ma "pensarla come lui" è un'opinione tra le tante nel mio ambiente, c'è chi ti dà ragione, ma soprattutto -ed è la maggior parte- c'è chi ti dà contro e anche veementemente... per cui dire che il cinema è filosofia è, per il mio lavoro, solo e semplice opinione personale, una posizione per cui combattere... perchè magari te conosci solo quella ma ce sono molte altre... tra queste, nei miei lavori ho sempre portato avanti fortemente questa idea di cinema, che ha alla base questa concezione deleuziana, ma che poi se ne distacca, è solo il punto di partenza insomma, per pensare il cinema... non è questa la sede per esporlo... faccio solo un esempio: te che rapporti vedi tra Sergio Leone, Proust e Bergson? (è un esempio, non rispondere)
Un mio vecchio professore diceva: "Ma sa 'na sega Deleuze della poetica della fronda!" Aveva ragione? torto? Dipende da come la pensi te, indipendentem da come la pensa Deleuze, che ormai il suo l'ha già detto...


--------------------
Non ho mai sentito dire che le flatulenze determinino situazioni filosofiche. (Lettere a Erwin Rohde)
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Nachtlied
messagio Mar 27 2009, 11:51 AM
Messaggio #22


Old Member
****

Gruppo: Members
Messaggi: 115
Iscritto il: 18-January 09
Utente Nr.: 10,580



CITAZIONE(BlackSmith @ Mar 26 2009, 07:56 PM) *
Sono contento di risentirti! Certo che intendevo riferirmi a te, altrimenti come avrei potuto stimolare, provocare, la tua risposta e quindi aspettare ansioso la tua apparizione laugh.gif
Ah Nach, dai, com'è l'accostamento, ci sta, ci sta? Oh quel pezzo dei Pink Floyd, passa il tempo, e non smette ancora di farmi sognare, è il mio preferito.

Direi che l'accostamento è perfetto fino a che non iniziano le parole... Lì secondo me sarebbe bello sfumare e lasciare il sottofondo di Nino Rota che da solo è essenziale per il finale del film. dry.gif
Devo dire che io avrei evitato la sovrapposizione delle immagini nietzscheane con quelle del film (perché interrompono il collegamento che invece dovrebbe fare lo spettatore), magari le avrei nascoste un pò (certo, dipende molto da che programma usi per fare il video, non tutti lo permettono) oppure le avrei messe alla fine, al posto dei titoli di coda (che secondo me sono assolutamente da levare).

Sai, quella è anche la mia canzone preferita... wub.gif
Purtroppo però non posso dire altrettanto del film... Perdonatemi ma sono gusti!
Comunque c'è una frase che mi ha sempre colpito, ed è quando il protagonista (mi sembra, ma non ne sono certa, perché è un pò che non lo vedo) si reca da un prete e gli dice: "non riesco ad essere felice" e lui: "ma il tuo scopo non è essere felice".
Ecco, questo punto mi ha fatto riflettere e l'ho sempre accostato da una parte alle critiche nietzscheane al cristianesimo e alla decadenza in genere; dall'altra allo stesso 'messaggio' di Nietzsche che ci invita a non restare mai fermi in un'oasi "tra figlie del deserto", a convivere con l'angoscia e anzi a farne motivo di ricerca e di autosuperamento... Ma non lo so, forse me lo sono inventato! tongue.gif


--------------------
Luce io sono: ah, fossi notte!
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Sgubonius
messagio Mar 27 2009, 01:25 PM
Messaggio #23


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 754
Iscritto il: 15-May 08
Utente Nr.: 2,728



CITAZIONE(BlackSmith @ Mar 27 2009, 12:56 AM) *
Il vecchio con l'amante di Guido sarebbe Fellini-Guido stesso da vecchio? Poi nel film ho sentito chiamare il marito della sua amante (Sandra Milo) Snaporaz, ho sentito male ?, poi ho anche sentito lo pseudonimo del vecchio Snaporatz wink.gif Sarà lo snaporaz dell'altro film : la città delle donne ? Ne sai qualcosa? wink.gif


No il marito mi pare si chiami Luigi, potrebbe anche essere lui nella macchina ma poco importa, resta l'immagine di questo vecchio libidinoso. Snaporaz invece dovrebbe essere Guido stesso, non so dirti da dove provenga, vecchio lo è già a 43 anni!
L'unico film in cui si possa vedere una scissione di quel genere (vecchio-giovane) è La Voce della Luna, l'ultimo, che secondo me è altrettanto un capolavoro e si nota anche come Fellini si sia allontanato dal modello classico di film con trama e svolgimento.

Rispondo anche a Nachtlied (come posso):
L'incontro col cardinale avviene prima nella realtà, poi in sogno, mentre nel primo non succede sostanzialmente niente e diventa un occasione per fantasticare sulla sua infanzia, nel secondo c'è quel dialogo che hai detto tu. Il prelato gli dà una risposta molto giusta "chi le ha detto che siamo al mondo per essere felici?", ma poi riporta la questione all'appartenenza o meno alla chiesa ("extra ecclesia nulla salus") e ne fà quindi soltanto l'ennesima trascendenza e sacrificio da cammello al "tu devi" in nome di un retromondo. Anche qui c'è questa tensione del Puer che mira solo alla sua pulsione, alla sua felicità, alla ricerca di un principio di realtà che gli permetta di "differire il piacere", che è poi la capacità di fare una scelta senza aver paura di perdere ciò a cui si è rinunciato per farla. Poi la storia la conosciamo: dall'aldilà del principio del piacere, da thanathos, un nuovo inizio timido...

PS: Zagreo, non resisto alla curiosità: che fai di bello nel cinema?? rolleyes.gif


--------------------
"Innocenza è il fanciullo e oblio, un nuovo inizio, un giuoco, una ruota ruotante da sola, un primo moto, un sacro dire di sì"
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Zagreo
messagio Mar 27 2009, 02:27 PM
Messaggio #24


Member
**

Gruppo: Members
Messaggi: 48
Iscritto il: 13-February 09
Utente Nr.: 11,490



CITAZIONE(Sgubonius @ Mar 27 2009, 01:25 PM) *
PS: Zagreo, non resisto alla curiosità: che fai di bello nel cinema?? rolleyes.gif


Tendenzialmente scrivo... i lavori di cui parlavo fanno parte del versante più teorico della mia attività... sto per iniziarne uno molto vasto sul "tempo" nel cinema (che riguarda il mio percorso di studi) tongue.gif
Cmq nel concreto adesso sto lavorando ad un progetto che si divide in 2 rami: il primo riguarda la realizzazione di un documentario, però non ne sono il responsabile, diciamo che "appoggio" (sopr. x sceneggiatura e montaggio), il secondo ramo è quello di cui sono in prima persona il responsabile e per cui sto tirando fuori una sceneggiatura cinematografica da un lavoro teatrale... il tema è sociale...
In passato (recente) ho fatto dei lavori sia di montaggio che di ripresa, alcuni di essi erano a scopo più didattico-culturale, altri più finzionale...
Spero anche di poter riuscire nell'organizzazione di un progetto teatrale a lungo termine che ho creato insieme ad alcuni amici\colleghi, anche se so che troverò molti ostacoli finanziari e burocratici... diciamo che x ora questo progetto è il più vago... laugh.gif


--------------------
Non ho mai sentito dire che le flatulenze determinino situazioni filosofiche. (Lettere a Erwin Rohde)
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Sgubonius
messagio Mar 27 2009, 04:05 PM
Messaggio #25


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 754
Iscritto il: 15-May 08
Utente Nr.: 2,728



CITAZIONE(Zagreo @ Mar 27 2009, 02:27 PM) *
diciamo che x ora questo progetto è il più vago... laugh.gif


Non potevi essere più vago! laugh.gif

(per il tempo potresti sentire cosa ha da dire Tarkovksij magari, non ho letto "Scolpire il Tempo" ma dev'essere interessante)


--------------------
"Innocenza è il fanciullo e oblio, un nuovo inizio, un giuoco, una ruota ruotante da sola, un primo moto, un sacro dire di sì"
Go to the top of the page
 
+Quote Post
BlackSmith
messagio Mar 27 2009, 05:25 PM
Messaggio #26


Advanced Member
***

Gruppo: Members
Messaggi: 91
Iscritto il: 5-March 09
Utente Nr.: 11,881




blink.gif oddio... mi sembrava chiaro mi riferissi a Deleuze... che mi tocca sentire...

Oh Dio, scusami, eh che ne so! Di Deleuze, avevo visto una sua intervista, sapevo chi era, ma me ne rammarico, di lui non avevo letto nulla, finchè Sgub non mi ha fatto una capoccia così, da farmi venire la curiosità di leggerlo.
Poi io, faccio tutt'altro mestiere, sempre appassioonato d'arte in genere, ma non è certo diventato il mio mestiere.
Tra parentesi mi ricordo quand'ero ragazzino mi dicevano: "Non vorresti fare mica il Filosofo! L'artista! Qelli lì son degli scanzafatica buoni a nulla, fai l'avvocato piuttosto, o non sò il medico, l'ingegnere, ma il filosofo ah ah ah ah, l'artista, ma sei scemo, sei proprio un mammalucco, il pianoforte, in testa te lo do, la vedi quella tela... ecco vedi che fine fa svuuu, un volo, chi cavolo è sto' capellone con la faccia da beccamorto Schopenauer, Chi? Schopenauer, ma fai cose più allegre, più produttive, questi sono tutti morti poveri e pazzi, cerchiamo di fare i seri"
Oggi, leggendo, che con l'arte ci campi, mi viene anche un pò di invidia, che il cinema è diventato il tuo mestiere mi rode dall'invidia.
Scusami e i miei rallegramenti, ma oggi tutto quello di cui parli in modo professionale per me è solo curiosità e ricordo.



--------------------
Agli uomini dei quali mi importa qualcosa io auguro sofferenze, abbandono, malattie, maltrattamenti, disprezzo..., io desidero che non restino loro sconosciuti il profondo disprezzo di sé, il martirio della diffidenza di sé, la miseria del vinto
Go to the top of the page
 
+Quote Post
BlackSmith
messagio Mar 27 2009, 05:36 PM
Messaggio #27


Advanced Member
***

Gruppo: Members
Messaggi: 91
Iscritto il: 5-March 09
Utente Nr.: 11,881



Direi che l'accostamento è perfetto fino a che non iniziano le parole... Lì secondo me sarebbe bello sfumare e lasciare il sottofondo di Nino Rota che da solo è essenziale per il finale del film. dry.gif

Hai ragione, ho fatto una cosa con mezzi piuttosto spartani, ma la mia intenzione non era che un'idea lontana da voler creare chissà quale corto, ma più vicina a cercare di trasmettere, quello che la parte finale del film mi aveva suscitato emotivamente.

Sai, quella è anche la mia canzone preferita... wub.gif Non saremo gli unici, perchè chi l'ascolta, anzi per chi è ben predisposto ad ascoltarla, è veramente straordinaria.
Purtroppo però non posso dire altrettanto del film... Perdonatemi ma sono gusti!
Adesso te lo dico io: rivedilo

Comunque c'è una frase che mi ha sempre colpito, ed è quando il protagonista (mi sembra, ma non ne sono certa, perché è un pò che non lo vedo) si reca da un prete e gli dice: "non riesco ad essere felice" e lui: "ma il tuo scopo non è essere felice".
Ecco, questo punto mi ha fatto riflettere e l'ho sempre accostato da una parte alle critiche nietzscheane al cristianesimo e alla decadenza in genere; dall'altra allo stesso 'messaggio' di Nietzsche che ci invita a non restare mai fermi in un'oasi "tra figlie del deserto", a convivere con l'angoscia e anzi a farne motivo di ricerca e di autosuperamento... Ma non lo so, forse me lo sono inventato!
Qui non aggiungerei di meglio di quello che ha già detto Sgub.


--------------------
Agli uomini dei quali mi importa qualcosa io auguro sofferenze, abbandono, malattie, maltrattamenti, disprezzo..., io desidero che non restino loro sconosciuti il profondo disprezzo di sé, il martirio della diffidenza di sé, la miseria del vinto
Go to the top of the page
 
+Quote Post
BlackSmith
messagio Mar 27 2009, 05:48 PM
Messaggio #28


Advanced Member
***

Gruppo: Members
Messaggi: 91
Iscritto il: 5-March 09
Utente Nr.: 11,881



No il marito mi pare si chiami Luigi, potrebbe anche essere lui nella macchina ma poco importa, resta l'immagine di questo vecchio libidinoso. Snaporaz invece dovrebbe essere Guido stesso, non so dirti da dove provenga, vecchio lo è già a 43 anni!
L'unico film in cui si possa vedere una scissione di quel genere (vecchio-giovane) è La Voce della Luna, l'ultimo, che secondo me è altrettanto un capolavoro e si nota anche come Fellini si sia allontanato dal modello classico di film con trama e svolgimento.



No, e che mi sembrava d'aver sentito un suono..., come quello dei fumetti, che utilizza...., all'arrivo in ...., sia ..... quando è in crisi di ispirazione, certo che quel film, Sgub è strapieno di significati, andrebbe ruminato... come ferebbe un erbivoro.


--------------------
Agli uomini dei quali mi importa qualcosa io auguro sofferenze, abbandono, malattie, maltrattamenti, disprezzo..., io desidero che non restino loro sconosciuti il profondo disprezzo di sé, il martirio della diffidenza di sé, la miseria del vinto
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Zagreo
messagio Mar 27 2009, 06:26 PM
Messaggio #29


Member
**

Gruppo: Members
Messaggi: 48
Iscritto il: 13-February 09
Utente Nr.: 11,490



CITAZIONE(Sgubonius @ Mar 27 2009, 04:05 PM) *
Non potevi essere più vago! laugh.gif


Su di me o sull'ultimo progetto? laugh.gif
Su di me, non sono certo "conosciuto", opero a livello localissimo rolleyes.gif Non ho una qualifica dichiarata, tipo regista, sceneggiatore, montatore... sono laureato in cinema, mi ritengo un "operatore" del settore che adatta le mansioni al lavoro a cui si rivolge, se dovessi scegliere, preferirei sceneggiatore laugh.gif
Sull'ultimo progetto, è una cosa nata in ambito universitario... la nostra ambizione sarebbe farlo diventare realtà: è un festival teatrale il cui tema portante è la commedia dell'arte (improvvisazione, recitazione a braccio, dialetto, la "maschera" ecc....) che farebbe da ponte tra la tradizione e la realtà contemporanea del territorio...
Tra poco andremo a presentarlo al comune... rolleyes.gif

CITAZIONE(Sgubonius @ Mar 27 2009, 04:05 PM) *
(per il tempo potresti sentire cosa ha da dire Tarkovksij magari, non ho letto "Scolpire il Tempo" ma dev'essere interessante)


Grazie wink.gif Mi sa che con tutto il materiale impazzirò...

CITAZIONE(BlackSmith @ Mar 27 2009, 05:25 PM) *
Oh Dio, scusami, eh che ne so! Di Deleuze, avevo visto una sua intervista, sapevo chi era, ma me ne rammarico, di lui non avevo letto nulla, finchè Sgub non mi ha fatto una capoccia così, da farmi venire la curiosità di leggerlo.


No problem cool.gif
Allora i 2 testi che ho nominato prima te li consiglio caldamente, se ti piace il cinema! Certo ci vuole una cultura cinematografica immensa per conoscere tutti i film di cui parla Deleuze... io che ho studiato (e sto studiando) cinema non gli sto dietro...
Tra l'altro sopr ne L'Immagine-tempo parla del nostro N., il regista più nietzschiano x lui chi è???................................................................................
................................................................................
.................................................................Orson Welles!

CITAZIONE(BlackSmith @ Mar 27 2009, 05:25 PM) *
Oggi, leggendo, che con l'arte ci campi, mi viene anche un pò di invidia, che il cinema è diventato il tuo mestiere mi rode dall'invidia.


Speriamo duri!...... biggrin.gif
Cmq ragazzi non vi immaginate quanta esperienza ci vuole per fare qlc di "artistico" nel cinema (o in video se vogliamo)... una cazzo di inquadratura fissa, su un personaggio fermo... dici: che ci vorrà? e invece ti distrugge... E poi i limiti concreti (soldi sopr x capirsi)... tutto è maledettamente vincolato a ciò che ti puoi permettere... anche in piccolo...
Ah per fare lavori di montaggio come questo prova, se puoi, a trovare Adobe Premiere Pro o, se hai il mac, Final Cut... ti divertiresti...


--------------------
Non ho mai sentito dire che le flatulenze determinino situazioni filosofiche. (Lettere a Erwin Rohde)
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Nachtlied
messagio Mar 27 2009, 08:06 PM
Messaggio #30


Old Member
****

Gruppo: Members
Messaggi: 115
Iscritto il: 18-January 09
Utente Nr.: 10,580



CITAZIONE(Sgubonius @ Mar 27 2009, 01:25 PM) *
Rispondo anche a Nachtlied (come posso):
L'incontro col cardinale avviene prima nella realtà, poi in sogno, mentre nel primo non succede sostanzialmente niente e diventa un occasione per fantasticare sulla sua infanzia, nel secondo c'è quel dialogo che hai detto tu. Il prelato gli dà una risposta molto giusta "chi le ha detto che siamo al mondo per essere felici?", ma poi riporta la questione all'appartenenza o meno alla chiesa ("extra ecclesia nulla salus") e ne fà quindi soltanto l'ennesima trascendenza e sacrificio da cammello al "tu devi" in nome di un retromondo. Anche qui c'è questa tensione del Puer che mira solo alla sua pulsione, alla sua felicità, alla ricerca di un principio di realtà che gli permetta di "differire il piacere", che è poi la capacità di fare una scelta senza aver paura di perdere ciò a cui si è rinunciato per farla. Poi la storia la conosciamo: dall'aldilà del principio del piacere, da thanathos, un nuovo inizio timido...

Grazie! rolleyes.gif
Più o meno ricordavo bene...


CITAZIONE(BlackSmith @ Mar 27 2009, 05:36 PM) *
Purtroppo però non posso dire altrettanto del film... Perdonatemi ma sono gusti!
Adesso te lo dico io: rivedilo

Eh, hai ragione, lo farò di sicuro... wink.gif


Ps: Zagry, se fai qualcosa di importante tienici informati, mi raccomando! tongue.gif


--------------------
Luce io sono: ah, fossi notte!
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Sgubonius
messagio Mar 27 2009, 08:49 PM
Messaggio #31


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 754
Iscritto il: 15-May 08
Utente Nr.: 2,728



CITAZIONE(Zagreo @ Mar 27 2009, 06:26 PM) *
Allora i 2 testi che ho nominato prima te li consiglio caldamente, se ti piace il cinema! Certo ci vuole una cultura cinematografica immensa per conoscere tutti i film di cui parla Deleuze... io che ho studiato (e sto studiando) cinema non gli sto dietro...
Tra l'altro sopr ne L'Immagine-tempo parla del nostro N., il regista più nietzschiano x lui chi è???..........................................................Orson Welles!


Se un infamone si degnasse di restituire alla biblioteca Sormani di Milano i due libri di Deleuze sul cinema che ce li ha in mano da 6 mesi me li leggerei più che volentieri, dato che il cinema è stato negli ultimi due anni una delle mie fisse (ora meno)!!

In "Kafka: per una letteratura minore" peraltro elogia molto le scelte di Welles per "Il Processo" (bel film) mostrando tutte le sue teorie di blocchi concettuali trascendenti e immanenti eccetera... Ogni tanto forse esagera un po'!!

Comunque da quel poco che so del cinema c'è molta raccomandazione, oppure molta gavetta da fare. Purtroppo (e qui è ancora Tarkjovskij che lo diceva già 30 anni fa, regista anche esso abbastanza nietzschano) essendo così legato agli investimenti e al denaro il cinema è un arte impura e un sempre appesantita dalla committenza. Vabbè magari quando avrò letto sti maledetti due volumi ne riparleremo! Prendi in considerazione Tarkovskij comunque che è fondamentale!!


--------------------
"Innocenza è il fanciullo e oblio, un nuovo inizio, un giuoco, una ruota ruotante da sola, un primo moto, un sacro dire di sì"
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Sgubonius
messagio Aug 30 2009, 11:38 AM
Messaggio #32


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 754
Iscritto il: 15-May 08
Utente Nr.: 2,728



CITAZIONE(Zagreo @ Mar 27 2009, 07:26 PM) *
Allora i 2 testi che ho nominato prima te li consiglio caldamente, se ti piace il cinema! Certo ci vuole una cultura cinematografica immensa per conoscere tutti i film di cui parla Deleuze... io che ho studiato (e sto studiando) cinema non gli sto dietro...
Tra l'altro sopr ne L'Immagine-tempo parla del nostro N., il regista più nietzschiano x lui chi è???................................................................................
................................................................................
.................................................................Orson Welles!



Ho letto di recente immagine-tempo e immagine-movimento, ovviamente il 50% dei film che nominava non li avevo visti (e credo di poter rimanere senza), dato che Deleuze ormai un po' l'ho capito come ragiona e non mi fido più tanto dei suoi sproloqui sulle opere d'arte, sarebbe capace di elogiare anche un sasso vedendoci un opsegno dell'immagine cristallo in fase di decadenza. Questo soprattutto quando si perde nei dettagli (su Mankiewicz per esempio, o su Griffith, autori che per me non si sono mai posti problemi seri di estetica e per i quali certe riflessioni leibniziane sono inadatte, anche se perfettamente in linea con l'idea estremamente ipertrofica della filosofia di Deleuze). Il discorso generale invece è molto interessante (sul cinema come forma d'arte indipendente dalle altre in quanto messa in crisi dell'azione tipicamente teatrale e quindi immagine-tempo e il discorso sull'automa finale) e facilmente ricalcabile tanto su Nietzsche quanto sulla filosofia di Deleuze in blocco. Su Welles al solito esagera un pochetto, sicuramente ci sono dei caratteri estremamente neo-barocchi (nel senso sviluppato da Deleuze stesso nel libro su Leibniz) e quindi profondamente nietzschiani, però ci sono tanti altri autori per cui si potrebbe applicare la stessa potenza del falso e anche con maggior pregnanza, soprattutto se intesa in stretta correlazione con il trionfo dell'arte come stimolante.

PS: avrei da ridire una cosetta, personale! Fa una analisi bellissima su Otto e Mezzo, sulla musica galop e ritornello (differenza e ripetizione?), sul presente che corre verso la morte e il passato in forma pura in cui si radica un ritorn(ell)o salvifico... però poi mi fa un intero capitolo sulla potenza del falso, e un intero capitolo sull'importanza del cinema come accettazione (per credenza) della vita ormai slegata dalla verità e dalla rappresentazione drammatica, e non cita manco una volticina Fellini che praticamente non ha raccontato altro!! angry.gif


--------------------
"Innocenza è il fanciullo e oblio, un nuovo inizio, un giuoco, una ruota ruotante da sola, un primo moto, un sacro dire di sì"
Go to the top of the page
 
+Quote Post

2 Pagine V  < 1 2
Reply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

Modalità di visualizzazione: Normale · Passa a: Lineare · Passa a: Outline


Versione Lo-Fi Oggi è il: 25th August 2019 - 07:33 AM