IPB

Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )

3 Pagine V   1 2 3 >  
Reply to this topicStart new topic
> Cinema
Sgubonius
messagio May 30 2008, 09:59 PM
Messaggio #1


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 754
Iscritto il: 15-May 08
Utente Nr.: 2,728



Anche se non tutto il cinema è arte i grandi film si avvicinano ad esserlo.
Forse questa è l'unico supporto artistico sul quale fra l'altro si possa avere un "divenire" e una rappresentazione totale della vita (insieme al teatro ovviamente, ma li ci sono limiti fisici che nel cinema non ci sono grazie alla tecnologia).

Qui possiamo discutere un pochino anche di questo, magari iniziando a cercare se esista un film che abbia qualche affinità colle idee nostro Friedrich... iniziate voi poi io mi unisco!


--------------------
"Innocenza è il fanciullo e oblio, un nuovo inizio, un giuoco, una ruota ruotante da sola, un primo moto, un sacro dire di sì"
Go to the top of the page
 
+Quote Post
lou
messagio May 30 2008, 10:17 PM
Messaggio #2


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 1,239
Iscritto il: 12-July 07
Utente Nr.: 219



inizia tu....vai a ruota libera...stupiscici


--------------------
"Osa tutto...non avere bisogno di niente"
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Sgubonius
messagio May 31 2008, 03:34 AM
Messaggio #3


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 754
Iscritto il: 15-May 08
Utente Nr.: 2,728



Beh io ho già il mio bersaglio preferito che è anche l'origine del mio avatar che è Otto e Mezzo di Fellini, che presenta delle caratteristiche psiconalitiche junghiane fortissime e parallelamente anche una lettura nietzschiana.
Però è inutile inoltrarsi in un analisi approfondita se nessuno lo conosce....

In alternativa un classico collegamento con Fritz viene fatto con Arancia Meccanica, per l'ultraviolenza e la musica di beethoven come espressione del dionisiaco, oppure altri film che presentano una sfumatura così un po' nichilista ce ne sono molti, ultimo in ordine di uscita non è un paese per vecchi, ma non raggiungono mai un superamento il che li rende a mio parere ancora nietzschianamente incompleti (oltre a mancare della bellezza poetica del primo film citato!).

Pasolini, di cui parlava lou in relazione alla medea e al legame colla terra, ha una grandissima sensibilità poetica ma penso che le sue posizioni (soprattutto per via della politica) siano poi deragliate in ideali socialisti un po' antitetici al filosofo tedesco.


--------------------
"Innocenza è il fanciullo e oblio, un nuovo inizio, un giuoco, una ruota ruotante da sola, un primo moto, un sacro dire di sì"
Go to the top of the page
 
+Quote Post
lou
messagio May 31 2008, 07:30 PM
Messaggio #4


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 1,239
Iscritto il: 12-July 07
Utente Nr.: 219



ma non è che qui si debba per forza parlare di Nietzsche e dintorni!
almeno..io parlo di tutto ciò che in un determinato momento mi suscita interesse
e freddie non mi ha ancora cacciato di casa ..bontà sua smile.gif

del resto anche Fritz era onnivoro, il suo amore per la vita
passava attraverso la curiosità per il circostante e ancora più in là

e poi..non è per forza che se gli altri non conoscono l'argomento non se ne debba parlare
anzi...

qui è come raccontarsi le cose: io ti dico cosa ho scoperto oggi, tu mi dici quello che hai pensato
io ti racconterò di valerio massimo manfredi che legge l'odissea
tu mi spieghi il nesso fra jung e fellini

c'è chi concepisce la conoscenza come potere
chi invece come qualcosa di bello che è bello diffondere..


--------------------
"Osa tutto...non avere bisogno di niente"
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Sgubonius
messagio May 31 2008, 08:30 PM
Messaggio #5


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 754
Iscritto il: 15-May 08
Utente Nr.: 2,728



Beh la vicinanza con Nietzsche era un modo per trovare argomenti d'interesse comune da cui partire fondamentalmente!

Su Fellini-Jung è molto evidente la cosa anche in altri film non solo otto e mezzo, e lui stesso ammette di essere un lettore di jung e soprattutto un seguace dell'idea che l'uomo debba trovare il suo compendio nell'elemento femminile dell'Anima che è anche l'elemento terrestre. In otto e mezzo che è fortissississimamente autobiografico Federico si rappresenta secondo l'archetipo del puer aeternus, ossia il fanciullo incapace di superare il complesso edipico (nel film lui sogna di seppellire il padre e baciare la madre) e incapace di trovare nella donna (ne colla moglie, ne coll'amante) un rapporto profondo e completo che possa "farlo crescere". Il risultato di questo è un eterno sognatore, dalla fantasia illimitata ma vittima delle sue stesse illusioni, unico regno nel quale può essere re (padrone di un harem in un altro sogno del film). L'incapacità di realizzarsi nei limiti del reale (a restare sulla terra per tornare a Nietzsche) e la fuga nel volo verso il cielo si traducono nell'impossibilità per lui di completare un film nel quale si è impegnato, un film dove vorrebbe metterci tutto, perchè è incapace di scegliere. Solo il finale, dopo un suicidio da grande nausea gli permette un salto oltre l'ostacolo, un ricongiungimento colla sua "anima" (la sua attrice musa) e finalmente di realizzare il suo film, dove è in grado di guidare i frammenti della sua vita in un grande circolo... sulla terra, e non più fra le nuvole.

Comunque è un film che consiglio a tutti per la bellezza "estetica" del film in sè, oltre che per la profondità.


--------------------
"Innocenza è il fanciullo e oblio, un nuovo inizio, un giuoco, una ruota ruotante da sola, un primo moto, un sacro dire di sì"
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Sgubonius
messagio Jun 4 2008, 07:09 PM
Messaggio #6


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 754
Iscritto il: 15-May 08
Utente Nr.: 2,728



Aggiungo un altro film che può essere di spunto...

- L'Enigma di Kaspar Hauser (W.Herzog 1974): storia di un semiritardato cresciuto in solitudine senza mai uscire dalla sua caverna e del suo impatto colla civiltà di fine ottocento circa (peraltro storia vera). Molto interessante l'incapacità di questo uomo ad usare il linguaggio che ne determina un'impossibilità totale a vivere e la sua visione innocente da ignorante di morale e cultura che pensa le mele come viventi tanto quanto gli uomini (forse non a torto).


--------------------
"Innocenza è il fanciullo e oblio, un nuovo inizio, un giuoco, una ruota ruotante da sola, un primo moto, un sacro dire di sì"
Go to the top of the page
 
+Quote Post
lou
messagio Jun 4 2008, 08:04 PM
Messaggio #7


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 1,239
Iscritto il: 12-July 07
Utente Nr.: 219



Le tue schede filmiche sono molte belle...mi piace leggerti anche se non riesco a formulare pensieri: ti leggo e basta

grazie sgubby dubby doo cool.gif


--------------------
"Osa tutto...non avere bisogno di niente"
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Sgubonius
messagio Jun 4 2008, 09:41 PM
Messaggio #8


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 754
Iscritto il: 15-May 08
Utente Nr.: 2,728



CITAZIONE(lou @ Jun 4 , 09:04 PM) *
Le tue schede filmiche sono molte belle...mi piace leggerti anche se non riesco a formulare pensieri: ti leggo e basta

grazie sgubby dubby doo cool.gif


Beh se c'è qualche film interessante che hai visto tu è più facile, posta qualcosa è probabile che l'abbia visto! laugh.gif

Intanto aggiungo un link di una scena molto bella (la fine) dell'ultimo film di Fellini: la voce della luna (1990) così almeno vediamo anche qualcosa di tangibile invece di parlarne soltanto!

http://it.youtube.com/watch?v=ICK41Q6MGH0


--------------------
"Innocenza è il fanciullo e oblio, un nuovo inizio, un giuoco, una ruota ruotante da sola, un primo moto, un sacro dire di sì"
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Sgubonius
messagio Jun 9 2008, 11:37 AM
Messaggio #9


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 754
Iscritto il: 15-May 08
Utente Nr.: 2,728



Un altro film molto bello che ha anche risvolti interessanti è "Una Pura Formalità" di G.Tornatore, film atipico per il regista italiano che tratta di autenticità della vita in una sorta di purgatorio interiore al momento della morte di un suicida.
Assomiglia peraltro al film mai realizzato da Fellini "Il viaggio di G.Mastorna" che sarebbe secondo me stato un gran capolavoro (ho letto la sceneggiatura che è tutto ciò che ne rimane) con anche questa visione un po' nietzschiana/heideggeriana del vivere pieno, rappresentato da un morto che si salva dalla "dannazione eterna" grazie al suo unico momento autentico in vita, quando in coda in macchina un giorno ha fatto una linguaccia ad un cane nella macchina di fianco.


--------------------
"Innocenza è il fanciullo e oblio, un nuovo inizio, un giuoco, una ruota ruotante da sola, un primo moto, un sacro dire di sì"
Go to the top of the page
 
+Quote Post
NIHILO
messagio Jun 9 2008, 11:51 AM
Messaggio #10


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 533
Iscritto il: 4-April 07
Utente Nr.: 34



CITAZIONE(Sgubonius @ Jun 4 2008, 06:09 PM) *
Aggiungo un altro film che può essere di spunto...

- L'Enigma di Kaspar Hauser (W.Herzog 1974): storia di un semiritardato cresciuto in solitudine senza mai uscire dalla sua caverna e del suo impatto colla civiltà di fine ottocento circa (peraltro storia vera). Molto interessante l'incapacità di questo uomo ad usare il linguaggio che ne determina un'impossibilità totale a vivere e la sua visione innocente da ignorante di morale e cultura che pensa le mele come viventi tanto quanto gli uomini (forse non a torto).

Il cinema di Werner Herzog è semplicemente stupendo. E' stato l'unico - forse ci posso
mettere accanto Coppola - che ha saputo riempire di poesia il personaggio di Dracula
- Nosferatu -.


--------------------
DIE EWIGE SANDUHR DES DASEINS WIRD IMMER WIEDER UMGEDREHT
Go to the top of the page
 
+Quote Post
lou
messagio Jun 9 2008, 01:39 PM
Messaggio #11


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 1,239
Iscritto il: 12-July 07
Utente Nr.: 219



ieri sera ho visto uno smozzico di Il giardino dei Finzi Contini e ho rivalutato Micol che ho sempre detestato come persona decadente, invece...

lo guardo tutto e poi ne scrivo...


--------------------
"Osa tutto...non avere bisogno di niente"
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Sgubonius
messagio Jun 9 2008, 01:41 PM
Messaggio #12


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 754
Iscritto il: 15-May 08
Utente Nr.: 2,728



CITAZIONE(NIHILO @ Jun 9 2008, 12:51 PM) *
Il cinema di Werner Herzog è semplicemente stupendo. E' stato l'unico - forse ci posso
mettere accanto Coppola - che ha saputo riempire di poesia il personaggio di Dracula
- Nosferatu -.


Ho visto entrambi i film, quello di Herzog più di recente e concordo: sono maestri d'altronde. Fra i due ho preferito comunque quelllo di Herzog con quei topi che alla fine sostituiscono gli uomini nella vita che è una cosa splendida...

Aggiungo in merito a "una pura formalità" una nota interessante: alla fine del film si sente una canzone che è stata scritta appositamente dal regista insieme ad ennio morricone e cantata penso dal protagonista Depardieu che dice:

"Ricordare, ricordare è come un po' morire
tu adesso lo sai perché tutto ritorna anche se non vuoi"


--------------------
"Innocenza è il fanciullo e oblio, un nuovo inizio, un giuoco, una ruota ruotante da sola, un primo moto, un sacro dire di sì"
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Sgubonius
messagio Jun 9 2008, 10:27 PM
Messaggio #13


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 754
Iscritto il: 15-May 08
Utente Nr.: 2,728



CITAZIONE(lou @ Jun 9 2008, 02:39 PM) *
ieri sera ho visto uno smozzico di Il giardino dei Finzi Contini e ho rivalutato Micol che ho sempre detestato come persona decadente, invece...

lo guardo tutto e poi ne scrivo...


Ho visto anche quello tongue.gif
E' di De Sica giusto? Non ricordo molto però nonostante abbia letto pure il libro, l'unica cosa che ricordo è che questa Micol era alquanto riluttante a concedersi il che non la rendeva certo simpatica!

Non c'entra molto ma è sempre cinema: ho visto ieri "Le cinque variazioni" di Lars Von Trier, forse il regista più antimorale di sempre (a volte si firma Erik Nietzsche e questo è anche il titolo del suo ultimo film che ancora credo non sia uscito in italia), nel quale oltre che fare un analisi interessantissima sullo strumento cinema attraverso la ripetizione dello stesso corto 5 volte in 5 versioni diverse, opera anche una conclusione che ricorda molto il motto "umano, troppo umano" dato che il corto in questione che viene decostruito si intitola "l'umano perfetto". Consigliato (come tutti i film di Von Trier peraltro) anche se è molto atipico!


--------------------
"Innocenza è il fanciullo e oblio, un nuovo inizio, un giuoco, una ruota ruotante da sola, un primo moto, un sacro dire di sì"
Go to the top of the page
 
+Quote Post
lou
messagio Jun 9 2008, 10:47 PM
Messaggio #14


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 1,239
Iscritto il: 12-July 07
Utente Nr.: 219



CITAZIONE(Sgubonius @ Jun 9 2008, 11:27 PM) *
Ho visto anche quello tongue.gif
E' di De Sica giusto? Non ricordo molto però nonostante abbia letto pure il libro, l'unica cosa che ricordo è che questa Micol era alquanto riluttante a concedersi il che non la rendeva certo simpatica!


si nn si concede a giorgio, l'amico ebreo (l'alter ego di Bassani)-l'uomo decadente, ripiegato su sè stesso, senza futuro

ma si dà a Malnate-l'uomo vitale,anche se poi sarà il primo a morire in russia

perchè , dice Micol a giorgio, l'amore è sopraffazione è...devo trovare le parole esatte sul libro

ecco le ho trovate in wikiquote
"Domandai [a Micòl, la protagonista] perché le sembrasse tanto impossibile [che lui e lei potessero fare l'amore].
Per infinite ragioni – rispose –: la prima delle quali era che a pensar di far l'amore con me le riusciva altrettanto imbarazzante che se avesse pensato di farlo con il fratello, toh, con Alberto. Era vero: da bambina, aveva avuto per me un piccolo striscio: e chissà, forse era proprio questo che adesso la bloccava talmente nei miei riguardi. Io... io le stavo di fianco, capivo?, non già di fronte: mentre l'amore – così, almeno, se lo immaginava lei – era roba per gente decisa a sopraffarsi a vicenda: uno sport crudele, feroce, ben più crudele e feroce del tennis!, da praticarsi senza esclusione di colpi e senza mai scomodare, per mitigarlo, bontà d'animo e onestà di propositi. (cap. IV, 3; 1962, p. 222; 1990, p. 399) "

loro- Micol e giorgio- sono simili e nn possono appartenersi - la morte sarebbe certa

Micol ha compreso il destino di morte che l'attende, attende la sua razza etnica e gli aristocratici come lei
ma è alta nell'affrontarlo
ha lo sguardo alto, deciso
una sorta di titanismo esistenziale nell'abisso che sa di dover affrontare
una rimessione accettata
sa di essere la vittima ed è pronta ad essere immolata
così bionda e diafana
nessuna ribellione
forse solo la notte d'amore con malnate
un guizzo di vita

amor fati? forse


--------------------
"Osa tutto...non avere bisogno di niente"
Go to the top of the page
 
+Quote Post
lou
messagio Jun 9 2008, 10:53 PM
Messaggio #15


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 1,239
Iscritto il: 12-July 07
Utente Nr.: 219



CITAZIONE(Sgubonius @ Jun 9 2008, 11:27 PM) *
Von Trier


di lui ho visto dogville
molto strano
essenziale


--------------------
"Osa tutto...non avere bisogno di niente"
Go to the top of the page
 
+Quote Post
NIHILO
messagio Jun 10 2008, 08:27 AM
Messaggio #16


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 533
Iscritto il: 4-April 07
Utente Nr.: 34



CITAZIONE(Sgubonius @ Jun 9 2008, 12:41 PM) *
Ho visto entrambi i film, quello di Herzog più di recente e concordo: sono maestri d'altronde. Fra i due ho preferito comunque quelllo di Herzog con quei topi che alla fine sostituiscono gli uomini nella vita che è una cosa splendida...

Aggiungo in merito a "una pura formalità" una nota interessante: alla fine del film si sente una canzone che è stata scritta appositamente dal regista insieme ad ennio morricone e cantata penso dal protagonista Depardieu che dice:

"Ricordare, ricordare è come un po' morire
tu adesso lo sai perché tutto ritorna anche se non vuoi"

Il cinema di Herzog è molto intimista, molto mitteleuropeo e tedesco.
Infatti in Italia, a parte penso Nosferatu, non ha avuto gran successo,
è rimasto un tipo di cinema "cult". L'enigma di Kaspar Hauser, la ballata di Stroszek,
Fitzcarraldo, Aguirre furore di Dio, e così via sono grandiosi pezzi da maestro,
inutile ripeterlo.
Dunque "và, e che i topi e la peste nera siano con te!"
- NOSFERATU -


--------------------
DIE EWIGE SANDUHR DES DASEINS WIRD IMMER WIEDER UMGEDREHT
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Sgubonius
messagio Jun 10 2008, 12:21 PM
Messaggio #17


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 754
Iscritto il: 15-May 08
Utente Nr.: 2,728



Son film pesantucci, però Von Trier credo sia attualmente l'unico "genio" ancora in attività nel cinema... (per me Dogville è forse il peggiore) L'anticonvenzionalità che mette nelle pellicole, il cinismo, la cruda realtà dell'esistenza è una cosa unica nel panorama mondiale (forse qualche coreano). Certo ne va di mezzo un po' l'estetica e spesso anche la "poeticità" che rendono per me un film veramente straordinario e ti permettono di rivederlo anche 10 volte senza stancartene e anzi apprezzandolo sempre di più.

In Herzog di cui devo dire non sono un amante sfegatato (probabilmente perchè sono più per il "mediterraneo") non si può non riconoscere un grande regista. Bellissimo il suo elogio della follia in Fitzcarraldo che culmina con l'opera (penso il caruso) suonata sulla nave apposta per lui e il suo maiale (cosa che ritorna in "e la nave va" di Fellini dove è questa immagine a rappresentare il distacco dal mondo dell'artista, che su una nave che affonda continua a cantare preso totalmente dall'arte)!


--------------------
"Innocenza è il fanciullo e oblio, un nuovo inizio, un giuoco, una ruota ruotante da sola, un primo moto, un sacro dire di sì"
Go to the top of the page
 
+Quote Post
NIHILO
messagio Jun 10 2008, 12:30 PM
Messaggio #18


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 533
Iscritto il: 4-April 07
Utente Nr.: 34



Fra l'altro Kinski si immedesima molto bene in questi personaggi.


--------------------
DIE EWIGE SANDUHR DES DASEINS WIRD IMMER WIEDER UMGEDREHT
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Sgubonius
messagio Jun 10 2008, 12:41 PM
Messaggio #19


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 754
Iscritto il: 15-May 08
Utente Nr.: 2,728



CITAZIONE(NIHILO @ Jun 10 2008, 01:30 PM) *
Fra l'altro Kinski si immedesima molto bene in questi personaggi.


Credo che un poco pazzoide lo fosse davvero laugh.gif
Anche Bruno S di Strozsek praticamente interpreta sè stesso, e infatti lo fa molto bene!


--------------------
"Innocenza è il fanciullo e oblio, un nuovo inizio, un giuoco, una ruota ruotante da sola, un primo moto, un sacro dire di sì"
Go to the top of the page
 
+Quote Post
NIHILO
messagio Jun 10 2008, 02:31 PM
Messaggio #20


Über Member
**********

Gruppo: Members
Messaggi: 533
Iscritto il: 4-April 07
Utente Nr.: 34



CITAZIONE(Sgubonius @ Jun 10 2008, 11:41 AM) *
Credo che un poco pazzoide lo fosse davvero laugh.gif
Anche Bruno S di Strozsek praticamente interpreta sè stesso, e infatti lo fa molto bene!

-oide..,sì forse, penso avesse un pò troppa adrenalina in corpo,
del resto è d'origine slava, ha quel fuoco dostoevskijano.
Ha scritto pure una sua autobiagrafia, intitolata - non so se
scrivo giusto - Mein wildes Leben.


--------------------
DIE EWIGE SANDUHR DES DASEINS WIRD IMMER WIEDER UMGEDREHT
Go to the top of the page
 
+Quote Post

3 Pagine V   1 2 3 >
Reply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

Modalità di visualizzazione: Normale · Passa a: Lineare · Passa a: Outline


Versione Lo-Fi Oggi è il: 21st September 2019 - 08:14 PM